Le Giornate per UltraQueer

Le Giornate Queer, in occasione del Roma Pride, aderiscono come partner alla mostra UltraQueer – Espressioni artistiche metagender. L’idea principale è quella di esplorare la dimensione queer attraverso molteplici linguaggi artistici per promuovere la libertà espressiva di identità di genere e orientamento sessuale. 

L’evento è ideato e organizzato da TWM Factory,

Il percorso

Attraverso un percorso espositivo che comprende i linguaggi dell’arte contemporanea, della fotografia, dell’illustrazione e della performance, ULTRAQUEER attraversa le aree tematiche della sessualità, dell’identità di genere e del corpo non normativo, selezionando rispettivamente opere che si concentrano in sezioni fluide e che spesso collimano l’una nell’altra: Sex Positivity, Espressività di genere, La bellezza del corpo non conforme. Una quarta sezione, L’Estetica del mostruoso, riprende il concetto di perturbante, declinato alla cultura queer, come astrazione e aberrazione dei codici estetici eteronormativi.

L’obiettivo del progetto è quello di diffondere consapevolezza critica sulle diverse espressioni di genere e discriminazione intersezionali e valorizzare i talenti creativi degli artistə e progetti appartenenti alla comunità LGBTQIA+ in mostra: Agnes Questionmark (Agnes?), Volker Hermes, Gender Project, CHEAP street poster art (Giorgia Lancellotti, Luchadora, Nicoz Balboa), Sara Lorusso, Élle de Bernardini, Nicola Napoli, Davide Viggiano, Alessio Maximilian Schroder, Ornella Mercier, Edmund Liang, Filippo Chilelli, Valerio Conti, Alec Trenta, Sebastian Winkler, Bianca Buoncristiani, Jacopo Paglione, Asafe Ghalib, Sex Positive Tarots (Gerlanda di Francia, PAPA, Diego Tigrotto, Furetti, Lucas), Ludovica Casale, Yari SaccotelliErica BorgatoChiara Bruni, Francesco Cascavilla, TXT Project, Laurence Philomene, Silvia Clo di Gregorio e Samuele Galli.

Verrà inoltre approfondita l’eredità storica del movimento di liberazione omosessuale a Roma, grazie alle risorse inedite dell’Archivio del Circolo Mario Mieli. Al centro della sala verranno esposti i costumi di scena del Muccassassina rielaborati in relazione alle aree tematiche in mostra. 

Una libreria a disposizione dei visitatori raccoglierà volumi e riviste di cultura queer. Le pubblicazioni esposte sono consigliate da Libreria Antigone e dalla Biblioteca Comunale Cisterna di Latina “Adriana Marsella”.  Quest’ultima ha provveduto ad acquistare i titoli, che saranno inseriti, a mostra conclusa, nel loro catalogo.

Medicina Inclusiva di Edoardo Mocini, condividendone i valori e gli obiettivi, ha provveduto a sostenere il progetto, contribuendo alla sua realizzazione e alla strutturazione degli eventi.

Nel calendario del Pride Month, il ciclo di incontri ULTRATALK prevede presentazioni di libri, dibattiti con attivisti di spicco e le principali realtà LGBTQIA+ sia nazionali che territoriali come Libreria Zalib e le Giornate Queer di Roma. L’obiettivo è quello di approfondire i temi affrontati in mostra per dialogare sui nuovi metodi di inclusività e sulle lotte per l’uguaglianza dei diritti delle minoranze. 

La mostra è accompagnata da un volume realizzato da TWM Factory grazie a Edizioni TLON. La pubblicazione editoriale costituirà, nella forma di un catalogo, la testimonianza dell’esperienza e degli obiettivi di sensibilizzazione e inclusività raggiunti dalla mostra. 

Info

ULTRAQUEER – Espressioni artistiche metagender
dal 10 giugno al 3 luglio 2022 a Palazzo Merulana, via Merulana 121, Roma
Il 10 giugno ingresso al pubblico dalle 18.30, con biglietto ridotto a 6 euroL’11 e 12 giugno dalle 15.00 alle 23.00, con biglietto ridotto a 6 euro
Ultimo ingresso alle ore 22.00Tutti gli altri giorni: da mercoledì a domenica, dalle 14.00 alle 22.00
Ultimo ingresso alle ore 21.00
www.palazzomerulana.it. evento facebook: https://fb.me/e/3ym1FSDKh
#ULTRAQUEER
biglietti e prenotazioni: www.palazzomerulana.it
o rivolgersi allo 06 62288768

date

Opening 10/06/2022 | Chiusura 03/07/2022

Dove

Palazzo Merulana,
via Merulana, 121

Anteprima | La santa Piccola di Silvia Brunelli

Mercoledì 20 aprile alle 21.15 al Cinema Farnese di Roma (Piazza Campo de’ Fiori, 56), si terrà l’anteprima del film La Santa Piccola di Silvia Brunelli.

La presentazione sarà preceduta dall’incontro con il cast e la regista.

Trama

La santa piccola è la storia di Lino (Francesco Pellegrino) e Mario (Vincenzo Antoniucci), due amici che sono cresciuti insieme. Lino lavora sodo per aiutare la madre (Pina di Gennaro) e la sorellina Annaluce (Sofia Guastaferro). Mario lavora al mercato, e non pretende niente dalla vita. Ma improvvisamente qualcosa cambia.

Il film è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2021.

Le Giornate Queer aderisco alla carta etica di WIFTM

Il festival Giornate di Cinema Queer aderisce alla Carta di Comportamento Etico per il Settore Audiovisivo dell’Associazione Women in Film, Television & Media (WIFTMI).

La Carta è uno strumento di prevenzione creato e adottato da WIFTM Italia contro le molestie sessuali, gli atti intimidatori e ogni forma di discriminazione, violenza di genere e body shaming sul luogo di lavoro e di studio.

In momenti come questo è necessario supportare iniziative come questa. Le Giornate Queer sono da sempre impegnate per contrastare ogni tipo di violenza e discriminazioni.

Per consultare la Carta, cliccare qui.

Solidarietà e vicinanza all’Ucraina

Il direttivo de le Giornate di Cinema Queer di Roma esprime la totale solidarietà e vicinanza all’Ucraina e in particolar modo al cinema, ai festival e ai cineasti.

Siamo certi che la cultura e il cinema siano importanti strumenti e ci auguriamo che tutti gli artisti, i produttori, distributori e sale cinematografiche ucraine possano tornare a esprimersi e a lavorare nel migliore dei modi possibili. Inoltre ci auguriamo che le manifestazioni e i festival ucraini possano tornare a svolgere le loro attività con regolarità e serenità.

Infine come festival abbiamo donato alla Croce Rossa Italiana, importante organizzazione umanitaria che in questo momento si sta occupando di fornire assistenza alla popolazione. In questi momenti è importante agire con profondo senso della realtà e capire che ogni aiuto va incanalato in percorsi strutturati al meglio affinché siano efficaci.

Pasolini100: Gli eventi per il centenario di PPP

Il festival Giornate di Cinema Queer di Roma e il Circolo di Cultura Omosessuale “Mario Mieli celebrano insieme il centenario di Pier Paolo Pasolini.

Da sempre il regista bolognese è legato a Roma ed è anche la città dove costruì il successo del suo lavoro letterario e cinematografico. Per questo abbiamo organizzato una serie di iniziative che non ricordassero solo un dettaglio anagrafico ma di ricordare il suo percorso artistico.

Gli eventi si terranno sabato 5 marzo 2022. Non è necessaria la prenotazione e per gli eventi presso il Circolo si richiede l’utilizzo della mascherina ffp2 e il super green pass. Per qualsiasi richiesta è possibile inviare una mail a info@giornatecinemaqueer.org.

Il programma

Ore 15.00 – 17.30 | Cinepasseggiata

Appuntamento davanti al Cinema Nuovo Sacher (Largo Asciani, 1). L’itinerario partirà da Porta Portese per proseguire a Piazza Santa Cecilia, poi Ponte Mazzini, Colosseo, Via Baccina, Via Bodoni per poi concludere a Ponte Testaccio.

Ore 18.30 | Proiezione di Mamma Roma

In occasione dei 60 anni dalla prima uscita nelle sale verrà proiettato il film Mamma Roma con Anna Magnani, Ettore Garofalo e Franco Citti.

Sinossi > Mamma Roma è una prostituta che per amore del figlio decide di diventare una donna rispettabile. Il giovane però fatica a perdonarle il suo passato.

La proiezione avrà luogo al Circolo di Cultura Omossessuale Mario Mieli (Via Efeso 2/A).

Anteprima | Il filo invisibile di Marco Simon Puccioni

Lunedì 21 febbraio alle ore 20.00 presso il Cinema Giulio Cesare (viale Giulio Cesare 229, Roma), si terrà l’anteprima per il pubblico del film Il filo invisibile di Marco Simon Puccioni.

La presentazione sarà preceduta dall’incontro con il regista e gli attori Francesco Scianna, Filippo Timi e Francesco Gheni.

Leone, 16 anni e due papà, Simone e Paolo, è nato in California grazie a Tilly, una donna americana che ha aiutato i suoi genitori a farlo venire al mondo. Leone poi è cresciuto in Italia come tutti gli altri bambini, ma vivendo anche le lotte per i diritti a cui la sua famiglia ha partecipato. Tutto questo è raccontato in un breve video che Leone sta preparando per la sua scuola insieme a Jacopo, il suo migliore amico. Proprio mentre, schivando pregiudizi ed equivoci intorno alla sua sessualità, Leone sta per vivere la sua prima storia d’amore, la solidità della sua famiglia sembra andare in crisi… Vivere questa complessa situazione familiare spingerà Leone a riflettere sulla vera natura del “filo invisibile” che lo lega ai suoi papà e a tutti coloro che hanno voluto la sua nascita.

Il filo nascosto è un film prodotto da Europictures e HT Film in collaborazione con Netflix. Sarà il 21, il 22 e il 23 febbraio in cinema selezionati.

Per accedere all’evento di lunedì 21 febbraio si può accedere a questo link. Successivamente il film sarà proiettato al Cinema Troisi (Via Girolamo Induno, 1 Roma) e si può accedere a questo link.

Proiezione speciale | “Positivə” di Alessandro Redaelli

Domenica 6 febbraio alle ore 18.30 presso gli spazi del Circolo di Cultura Omossessuale “Mario Mieli” di Roma (Via Efeso, 2A) si terrà la proiezione di Positivə di Alessandro Redaelli, documentario presentato alla 35esima edizione del Festival Mix di Milano.

E’ un viaggio in macchina verso il mare con quattro sconosciuti, tutti under 40 e tutti HIV+, che raccontano loro vite a cuore aperto e che cosa significhi avere l’HIV oggi. Italia 2022. Stigma sociale, paure, ignoranza e ipocrisia.

Prodotto da Peekaboo e Uau, scritto da Elena Comiglio, Francesco Madda e Ruggero Melis, con la regia di Alessandro Redaelli.

Nel cast Oliviero Toscani, Jo Squillo, Loredana Bertè, Jonathan Bazzi, Rosaria Iardino e Massimo Cernuschi. A presentare il documentario Orazio Schifone del Gruppo Cultura del Circolo Mario MieliFrancesco Bettanin, fondatore di Giornate di Cinema Queer. Prevista la presenza di Giulio Maria Corbelli dell’associazione Plus Roma e del regista Alessandro Redaelli in collegamento online.

Come partecipare

L’ingresso è gratuito e libero fino a esaurimento posti. Per accedere all’evento è necessario il Super Green Pass e rispettare le norme anti-covid con obbligo di mascherina FFP2.

Bando di concorso per la terza edizione

E’ online sulla piattaforma FilmFreeWay il bando di concorso della terza edizione del festival Queer Days – Giornate di Cinema Queer per le sezioni Queer Short e Prospettive. La data di scadenza è prevista per il 30 maggio 2022.

Il festival, fin dalla sua prima edizione, vuole promuovere le differenti e le molteplici rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamenti sessuali. Tra gli ospiti della manifestazione: Monica Cirinnà, Alessandro Zan, Brando Pacitto, Eleonora De Luca, Liliana Fiorelli, Erika Sanchez, Pietro Turano e molti altri.

Da quest’anno, oltre alla sezione Queer Short dedicata ai cortometraggi, diventerà competitiva anche la sezione Prospettive dedicata a film e documentari.

Modalità di ammissione

Sono ammessi lavori a tematica LGBTQR+ da qualsiasi paese del mondo e di qualsiasi genere.

Per la sezione sezione Queer Short i lavori non dovranno superare i 15′ minuti mentre per la sezione Prospettive la durata minima richiesta per i lavori è di 50 minuti.

I premi della terza edizione

Una Giuria sarà composta da esperti e da almeno 3 membri e assegnerà i seguenti premi:

Queer Short

Miglior Cortometraggio, Miglior Regia, Miglior Interpretazione e Menzione Speciale.

Prospettive

Miglior Film e Menzione Speciale

Le modalità di iscrizione al bando di concorso sono visionabili sulla piattaforma filmfreeway.

Per qualsiasi richiesta o informazione si può inviare una mail a info@giornatecinemaqueer.org

I numeri della seconda edizione

Si è appena conclusa la seconda edizione delle Giornate di Cinema Queer. La manifestazione è stata organizzata da Collettivo CineQueerZalib e Frocya.

Il festival ha avuto un’aumento della proposta culturale tra film, documentari e cortometraggi oltre agli eventi collaterali. Il film di apertura è stato The world to come di Mona Fastvold mentre il film di chiusura è stato Breve histroria del planeta verde di Santiago Loza.

Il corto vincitore è stato Escamas di Katherina Harder. Per tutti i premi clicca qui.

Numeri

2 spazi

33 proiezioni di cui 18 in anteprima nazionale e 1 mondiale

28 eventi

25 ospiti

1500 ingressi

Social

Sito web > 3500 utenti unici con picchi fino a 5000 utenti

Facebook > Copertura 30 mila utenti | Interazioni 8 mila utenti

Instagram > Copertura 6000 utenti | Interazioni 20 mila utenti

Copertura mediatica

25 articoli